Archivi tag: Arte

Libro d’artista calligrafico – Maria Grazia Colonnello

maria grazia colonnello

LIBRO D’ARTISTA CALLIGRAFICO – Maria Grazia Colonnello

La scrittura a mano, o arte calligrafica assume per me un significato di ricerca e sperimentazione dove ho esplorato il mondo incantato e magico dell’antica arte dei Kaitag, ricami meravigliosi e unici che riportano simbologie e archetipi arcaici.

Questi libri d’artista sono ispirati a questi ricami in cui ho ripreso i colori originali e le forme ricomponendo li con un lettering personale. I libri riportano i versi della poesia “A mamma Emilia“ di Erri De Luca, un parallelo con il significato simbolico delle immagini originali dei Kaitag che rappresentano la forza generatrice della grande madre.

Maria Grazia Colonnello è nata a Reims in Francia, ma vive a San Michele al Tagliamento (VE). Illustratrice e docente specializzata nell’illustrazione di libri per l’infanzia ha al suo attivo 15 pubblicazioni. Ha iniziato a interessarsi alla calligrafia nel 2006, dopo aver visitato una mostra del calligrafo Brody Neuenschwander, inizia così la ricerca e lo studio di calligrafia storica e sperimentazione gestuale. La ricerca del segno calligrafico che diviene immagine, libro oggetto tattile, percorrendo la sua persoanle ricerca tesa a sperimentare il gesto calligrafico su diversi materiali, tessuti, vetro, tele, carta in continua evoluzione, interpretando la calligrafia come ricamo, come trama sulla quale tessere poesie. Ha esposto in mostre personali e collettive. Dal 1994 ad oggi ha tenuto workshop e corsi in scuole, associazioni e gallerie d’arte.

Incursioni – Michela Sbuelz

incursioni Michela Sbuelz

INCURSIONI  2018 – Michela Sbuelz

Ferite dell’anima, strappi nel cuore, cicatrici di vita. 

Percorsi tortuosi, poi -inatteso- un nuovo inizio: speranza e prospettiva, balsamo che nutre e cura, che rinnova rendendo più forti.  Legni lacerati come chi ha conosciuto sofferenze e tribolazioni. Oro come attenzione e cura, opportunità e cambiamento, in una nuova e più autentica dimensione.

 

Nata a Udine, mi sono diplomata all’Istituto d’Arte e all’Accademia di Belle Arti di Verona e ho esposto le mie opere dal 1987 in collettive e personali in Italia e all’estero. Mi sono occupata di restauro architettonico (Villa Liruti Biasutti), murales (The Mills International School), decorazione di mobili, fotografia, illustrazione di poesie (Assetto di volo di Pierluigi Cappello) ed insegno Arte e immagine nella Scuola secondaria di primo grado.

Mi ritiro nel silenzio del mio studio affacciato sulle montagne e creo in solitudine assaporando l’alchimia dei materiali in dialogo tra loro. Alle volte stupita di quello che accade: alchimie inattese che arrivano da altrove. Altre volte il tempo diluito di un’idea che prende forma e si fa progetto: il desiderio di comunicare e trasmettere, forse testimoniare.

Vive e lavora a Tricesimo (Udine)

https://www.facebook.com/michela.sbuelz

invito mostra sbuelz

“Il filo racconta…”: otto artiste esplorano il Natisone con la fiber-art

 Otto artiste esplorano il fiume simbolo della Città Ducale tra natura e cultura attraverso la fiber-art: “Il filo racconta” è un’esposizione d’arte tessile collettiva organizzata da Noi… dell’arte e ospitata nella Chiesa di Santa Maria dei Battuti a Cividale del Friuli dal 4 marzo al 2 aprile 2017.

il filo racconta mostra cividale del friuli

Cividale del Friuli è una città di storia e di natura, di grandi personaggi ed abili artigiani, di passaggio per molti e di vita per altri. Le molteplici anime della città ducale si riflettono sul Natisone, testimone immemore delle molte transizioni che fanno grande un luogo. Proprio il fiume è musa ed ispirazione per le otto artiste protagoniste della mostra “Il filo racconta” promossa dall’Associazione culturale “Noi… dell’arte” e ospitata all’interno della Chiesa di Santa Maria dei Battuti, in Borgo di Ponte, a partire da sabato 4 marzo e aperta tutti i fine settimana fino al 2 aprile.

Rosanna Colloricchio, Alice Gregori, Liviana Di Giusto, Loredana Giacomini, Flavia Turel, Antonella Pizzolongo, Antonella Palomba ed Elena Sanguankeo hanno storie differenti, ma legate insieme, letteralmente, da un filo che intrecciano, annodano, tessono dando vita ad opere contemporanee. I loro percorsi convergono nel mondo della fiber-art contemporanea e si incontrano proprio a Cividale, lungo il Natisone.

Realizzata in collaborazione con il Comune di Cividale, “Il filo racconta…” è una mostra promossa e fortemente voluta dall’Associazione culturale “Noi… dell’arte”, attiva dal 2010 nella valorizzazione della cultura artistica e artigianale del saper fare. La Presidente, Antonella Pizzolongo, sottolinea: “l’esposizione cividalese ambisce ad offrire una panoramica sulle potenzialità e sulle realtà dell’arte tessile contemporanea in Friuli Venezia Giulia. Il gruppo di espositrici, accomunate da una forte passione per la multiforme versatilità del filo, si inserisce nella tradizione tessile propria del patrimonio antropologico e culturale del Territorio, ma con punti di vista differenti, originali e contemporanei, propri del mondo dell’arte e dell’artigianato artistico.”

Informazioni: “Il filo racconta…” 

Mostra d’arte tessile: IL FILO RACCONTA…storie tessili

Chiesa di S.Maria dei Battuti – Borgo di Ponte, Cividale del Friuli (UD)

Dal 4 marzo al 2 aprile 2017

Orario: venerdì 15-19

Sabato e domenica 10-13  15-19

Espongono: Rosanna Colloricchio, Alice Gregori, Liviana Di Giusto, Loredana Giacomini, Flavia Turel, Antonella Pizzolongo, Antonella Palomba, Elena Sanguankeo.

“Attraverso gli occhi di Michela” – Mostra personale di Michela Premariese

A partire da sabato 16 aprile, la Galleria “Spazio Cortequattro” di Cividale del Friuli ospiterà “Attraverso gli occhi di Michela”, mostra personale d’esordio per la giovane pittrice cividalese Michela Premariese realizzata in collaborazione con l’Associazione culturale “Noi… dell’arte”.

michela premariese mostra cividale del friuli

LA MOSTRA – Non sarà una semplice mostra contemplativa: “Attraverso gli occhi di Michela” è un vero e proprio progetto artistico composito ed originale che, partendo dalle opere materiche della pittrice si pone l’obiettivo di condurre lo spettatore di qualsiasi età in una dimensione spazio-temporale differente dove l’arte è assoluta protagonista. I quadri materici di Michela Premariese sono piccoli gioielli dal fascino innegabile che suscitano curiosità ed interesse da parte degli osservatori: la materia assume un significato fondamentale, non più subordinato all’immagine che si vuole rappresentare, ma essa stessa portatrice di un messaggio.

Il vero potere delle opere della Premariese, cividalese classe 1988, risiede nella capacità di comunicare in maniera diretta, senza bisogno di filtri né di sovrastrutture:  per questo motivo, la mostra “Attraverso gli occhi di Michela” sarà l’occasione per avvicinare i bambini alla lettura dell’opera artistica in modo giocoso tra forme e colori scoprendo l’arte del riciclo e il tema dell’arte terapia. Sarà possibile partecipare, su prenotazione, a laboratori didattici gratuiti rivolti alle scuole durante la settimana, mentre il weekend è prevista l’apertura al pubblico.

IL PROGETTO – Il progetto artistico, realizzato e sostenuto dall’Associazione culturale “Noi… dell’arte”, non finisce nelle sale della galleria. Infatti, Michela Premariese ha creato un colouring book creativo per adulti e bambini: attraverso le opere dell’artista, sarà possibile sperimentare un primo approccio all’arte-terapia in maniera personale.

“Attraverso gli occhi di Michela”

Galleria “Spazio Cortequattro”, Cividale del Friuli (UD)

Vernissage: sabato 16/04, ore 18

Date: 17 23 24 25 30 aprile

Orari: dalle 10 alle 12 – dalle 16 alle 19

Michela Premariese, pittrice autodidatta, nasce a Cividale del Friuli nel 1988. Sin da bambina, si appassiona all’arte e alla creatività, seguendo le orme del padre. Sceglie la pittura materica come forma d’espressione principe a partire dal 2009, la sua prima mostra personale è del 2013.

Contatti: michela.premariese@gmail.com // Facebook // Instagram: la_premariese

L’Associazione culturale Noi…dell’arte di Gorizia, nasce con il proposito di promuovere l’arte e l’artigianato in tutte le sue forme artistiche. Intende proporre e sostenere artisti, soprattutto giovani, che si esprimono attraverso differenti linguaggi, offrendo un’ampia visione dell’arte contemporanea, con il confronto di opere ed installazioni. Noi…dell’arte conta numerosi soci e varie collaborazioni con enti pubblici e privati in tutta la Regione, si confronti le attività visibili sul sito dell’associazione www.noidellarte.it.

Contatti: noidellarte@libero.it // Facebook: Noi dell’arte – Associazione culturale // Instagram: noidellarte

Un filo blu – Rosanna Colloricchio

filo blu rosanna colloricchio

Un filo blu – di Rosanna Colloricchio
Carta e filo per raccontare la storia di una giacca, indossata nei giorni di festa, cucita da mani esperte e pazienti, consuetudini che non ci appartengono più . La trama di un viaggio a ritroso per ritrovare nei segni del decoro, la storia e le nostre radici.
Dopo la formazione artistica, tessitura e tintura dei tessuti entrano a far parte della sua vita esplorandone i diversi aspetti.
Lavora nel settore dell’ artigianato artistico collaborando con esperti del settore.
Ha partecipato a numerose collettive d’arte in Italia e all’estero.