Due laboratori di cesteria a Moimacco

Il Comune di Moimacco in collaborazione con l’Associazione Culturale “Noi…dell’arte” organizza DUE LABORATORI SULL’ARTE DELLA CESTERIA presso la sala Polifunzionale di Bottenicco.

  • CORSO BASE: domenica 11 novembre orario 9.30 -12.30 13.30-17.30
  • CORSO AVANZATO: domenica 25 novembre orario 9.30 -12.30 13.30-17.30

cesteria moimacco novembre

L’arte di intrecciare le fibre vegetali è una delle pratiche più antiche dell’uomo che intrecciando rami flessibili ed erbe spontanee scoprì che si potevano creare contenitori resistenti, duraturi e per usi diversi. Imparare questa antica arte è un modo per approfondire il rapporto dell’uomo con l’ambiente e le sue tradizioni.

Programma: Intrecciando le fibre vegetali si imparerà l’antica tecnica per la lavorazione dei cesti creeranno nuovi contenitori dal gusto moderno. Ai materiali ci pensiamo Noi…porta con te: un paio di cesoie, un grembiule, un panno asciutto.                                                   

Docente TERESA BRUNI Insegnante di Ed. Artistica nella Scuola Media fino al 2004, collabora con varie istituzioni del territorio pordenonese nell’organizzazione di mostre, corsi, eventi attinenti soprattutto l’ambito tessile. È docente di lavorazione del feltro, cesteria e carta di seta. Attualmente fa parte del direttivo dell’Associazione Le Arti Tessili di Maniago.

Info e prenotazioni 347.1733342 – noidellarte@libero.it

Scarica QUI il PROGRAMMA completo.

La pioggia saggia – Barbara Jelenkovich

la pioggia saggia barbara jelenkovich

LA PIOGGIA SAGGIA di Barbara JelenKovich

Questa illustrazione è tratta dal libro Apriti notte, pubblicato da bookAbook, MI, 2016, progettato da Francesca Geatti, scritto da Ilva Valusso, musicato da Davide Iuri, illustrato da Barbara Jelenkovich e con la composizione grafica di Cinzia Englaro.

È un libro di ninne nanne, scritto per accompagnare nel sonno i piccoli che fanno fatica ad addormentarsi.Le illustrazioni sono realizzate ad acquarello, partendo dagli elementi naturali come il vento, il mare, le nuvole o la pioggia.I colori sono tenui per indurre un effetto rilassante, i personaggi sono disegnati con caratteri infantili in proporzioni ripetute per favorire l’effetto specchio: a sorriso risponde sorriso, ad occhietti chiusi rispono con occhietti chiusi.

Barbara Jelenkovich nasce a Trieste nel 1961.Dopo l’Istituto Statale d’Arte di Trieste, si diploma in decorazione all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Pubblica il suo primo libro nel 1985. Da allora i suoi libri, più di 160 titoli pubblicati dai maggiori editori tedeschi, italiani ed asiatici come Ravensburger, Mondadori, Gakken e Love Reading Books, sono stati tradotti in 31 lingue diverse ed apprezzati in tutto il mondo.

Dai suoi libri sono stati tratti due spettacoli teatrali, le scenografie per un concerto del Festival di Moritzburg ed il cartone animato “Toto the hedgehog” di Kyowon Jem Club di Seoul.
Vive e lavora a Udine.

 

Libro d’artista calligrafico – Maria Grazia Colonnello

maria grazia colonnello

LIBRO D’ARTISTA CALLIGRAFICO – Maria Grazia Colonnello

La scrittura a mano, o arte calligrafica assume per me un significato di ricerca e sperimentazione dove ho esplorato il mondo incantato e magico dell’antica arte dei Kaitag, ricami meravigliosi e unici che riportano simbologie e archetipi arcaici.

Questi libri d’artista sono ispirati a questi ricami in cui ho ripreso i colori originali e le forme ricomponendo li con un lettering personale. I libri riportano i versi della poesia “A mamma Emilia“ di Erri De Luca, un parallelo con il significato simbolico delle immagini originali dei Kaitag che rappresentano la forza generatrice della grande madre.

Maria Grazia Colonnello è nata a Reims in Francia, ma vive a San Michele al Tagliamento (VE). Illustratrice e docente specializzata nell’illustrazione di libri per l’infanzia ha al suo attivo 15 pubblicazioni. Ha iniziato a interessarsi alla calligrafia nel 2006, dopo aver visitato una mostra del calligrafo Brody Neuenschwander, inizia così la ricerca e lo studio di calligrafia storica e sperimentazione gestuale. La ricerca del segno calligrafico che diviene immagine, libro oggetto tattile, percorrendo la sua persoanle ricerca tesa a sperimentare il gesto calligrafico su diversi materiali, tessuti, vetro, tele, carta in continua evoluzione, interpretando la calligrafia come ricamo, come trama sulla quale tessere poesie. Ha esposto in mostre personali e collettive. Dal 1994 ad oggi ha tenuto workshop e corsi in scuole, associazioni e gallerie d’arte.

Wine Textures, esperienze sensoriali tra vino e tessuti

Noi…dell’arte e Tenuta Villanova si incontrano per scoprire, insieme a voi, che l’arte non ha limite e può entrare in contatto anche con l’etnologia.

Qui non vogliamo raccontarvi una storia, ma farvi percepire cosa si cela dietro ad elementi, che per la quotidianità con cui li viviamo, ci possono apparire così banali, senza considerare, non solo il duro e costante lavoro, di tessitura o di coltivazione, che portano con sé, ma soprattutto quanto complesse ed articolate siano le loro sfaccettature.
Ogni vino, che scintilla nel nostro calice, ha il proprio nome specifico e un luogo di nascita, ovvero il nome del vigneto. Caratteristiche tecniche che unite al loro gusto e al loro profumo, dimostrano una vera e propria personalità. Un sorso però può non bastare per riuscire a cogliere la fragranza o l’aroma, che lo rendono unico e così diverso dalle altre qualità, proprio per questo abbiamo deciso di creare apposite opere artistiche di tessitura, che possano far cogliere la soggettività di ogni vino utilizzando uno specchio visivo e tattile delle sensazioni olfattive e gustative, provate bevendo.
Queste superfici tessili sono frutto di un lavoro minuzioso e di alta manifattura, la cui fonte di ispirazione sono stati proprio cinque vini selezionati: FraiaMerlotPicolitRefosco e Rosé.

Ciascuno di loro si è donato completamente alla sua creazione tessile, esplorando materiali e intrecci, diventando tutt’uno con essa, grazie alla tecnica della tintura naturale, dove il suo succo ha espresso su queste tele di trame ogni sfumatura del proprio colore, oltre che della fragranza.

Queste bevande, grazie alle stoffe tessute a mano, diventano un elemento da assaporate non solo con la bocca o il naso, ma anche con gli occhi e con le mani per conoscerlo ancora meglio, capirlo e comprendere cosa li contraddistingua l’uno dall’altro.

Il progetto WINE TEXTURES, curato da Michela Pascoli, Antonella Pizzolongo e Flavia Turel, è stato presentato la prima volta il 20 e 21 luglio 2018 presso la Tenuta Villanova di Farra d’Isonzo. 

Frammenti di vita, dal ritratto al collage

Quando? Sabato 22 settembre dalle 9.30 alle 17.30 (con pausa pranzo).

Dove? Udine.

Con chi? Chava Epstein

Frammenti di vita: workshop artistico dal ritratto al collage

workshop artistico

Programma del corso:

Questo corso artistico offrirà l’opportunità di apprendere le regole di base della ritrattistica e come creare un’immagine tridimensionale.

I due lati del viso ci permetteranno di realizzare un collage fatto di pezzi di carta, di scritti e di fotografie personali su un doppio soggetto, come: tristezza contro gioia, natura contro arte, estate contro inverno, gioventù contro vecchiaia, armonia contro caos, e così via.

Workshop in lingua inglese con traduzione simultanea

Materiali: i partecipanti porteranno carta da disegno e pittura, matita, colori e pennelli, fotografie personali, lettere e scritti, piccoli oggetti particolarmente significativi.

Il corso è aperto a tutti i soci previa iscrizione obbligatoria

Info & prenotazioni 347.1733342 – noidellarte@libero.it 

CHAVA EPSTEIN è un’artista israeliana, laureata presso il dipartimento artistico, Bezalel Academy of Art and Design di Gerusalemme (B.A) e al The Jerusalem Author Prose Writing Workshop, guidata dagli autori Isaac Averbuch Orpaz, Chaim Beer, Shulamit Lapid e David Grossman. Abbinando narrativa per adulti e bambini, pittura e scultura alcune delle sue storie sono radicate nella realtà, ma molte di esse navigano nei regni del mito, del sogno e dell’immaginazione. Epstein ha tenuto numerosissime mostre d’arte personali in Israele e all’estero, tra cui due mostre al Museo di Israele, a Gerusalemme, una mostra nel Museo Ein Harod, quattro mostre alla galleria Space S a Tokyo, Giappone nel 1988, 1991, 1993 e 2001 e al Gateway Art Center di New York nel 2015.